top of page
  • Immagine del redattoreD’Inchiostro Rosa

Intervista in compagnia di Amelia Bryce - autrice di “Don’t look back in anger”

Cari lettori vi auguro un buon pomeriggio con una frizzante intervista librosa in compagnia di Amelia Bryce, autrice del romanzo "Don't look back in anger".



🎤 In questo romanzo i personaggi si mostrano al nostro primo incontro con una maschera che riesce a travolgerli e stuzzicare il gioco della curiosità.

Quanto incide secondo te la prima impressione?


✒️ Credo che, nel bene e nel male, incida parecchio, soprattutto all'inizio. È inutile negarlo, siamo tutti condizionati dalla prima impressione quando incontriamo qualcuno che non conosciamo. Poi è ovvio, non bisogna mai fermasi solo a quella.



🎤 Scendiamo in uno spoiler che tanto piace ai lettori 😂 ma ti lascio libera scelta. Ti va di raccontarci la tua scena preferita?


✒️ Che domanda difficile, mamma mia! In realtà ne ho diverse di scene preferite, posso dirti che in assoluto le due che più amo sono :

quella sotto la pioggia, quando Ellie va a casa di Noah e risponde a tutte le domande dei suoi messaggi. E amo il fatto che sia in un capitolo dal punto di vista di Noah, perché lui in quel momento è rotto, convinto che con Ellie sia definitivamente finito tutto, ma come al solito, è arrivato troppo in fretta alle sue conclusioni. il botta e risposta tra Noah e Ellie durante la presentazione del libro. Amo quella scena non solo perché è quella del loro primo "ti amo" ma mi piace soprattutto il loro reggersi il gioco, il saper scherzare con l'altro ma con intelligenza. È quel tipo di complicità che hanno quasi sin dall'inizio del romanzo ed è una cosa che a me piace tantissimo in una relazione. 



🎤 Scoprirsi poco per volta è un momento di crescita, un valorizzare l’altro e se stessi. Cosa hai provato quando i tuoi personaggi si sono trovati a vivere un legame mai immaginato?


✒️ Ho provato gioia ma anche paura, come un po' ci capita anche quando viviamo una storia d'amore reale e non sui libri. C'è la gioia portata dalla novità dell'altra persona, dal conoscersi, dal legame che sta nascendo ma allo stesso tempo c'è la paura per più o meno le stesse cose. Ogni storia d'amore, ogni legame alla fine è un salto nel buio. Non lo credevo possibile ma sono entrata davvero tanto in questa love story. Tra i due personaggi, ti confesso, io ho avuto fin da subito un debole per Noah. E non solo perché "è Noah " ma perché lui è davvero convinto di non meritarsi più nulla di bello dalla vita, si mostra agli altri per quello che non è ma poi perde la testa per Ellie quasi sin da subito anche se, sotto sotto, ha una paura fottuta nel farlo.



🎤 Ti va di raccontarci un personaggio secondario secondo te fondamentale per la storia principale?


✒️Credo che tra tutti i secondari, il mio preferito sia Martha. Ama Ellie ma al contempo riesce a spronarla ad essere sempre la versione migliore di se stessa. L'ha protetta nel momento del bisogno ma è stata anche l'unica che ha davvero avuto il coraggio di "buttare fuori dal nido" Ellie. 

Penso servirebbe una Martha nella vita di ognuno di noi, nella mia io sicuramente la vorrei.



🎤 Brano che non può assolutamente mancare per raccontare l’essenza di questa super frizzante Love Story 🎶?


✒️ Sarò banale, ma sicuramente Don't look back in anger degli Oasis. Ed Ellie spiega benissimo il perchè sia all'inizio del romanzo, che quando parla davanti a casa di Noah.




Per leggere la recensione ⤵️


Per maggiori informazioni ⤵️


Link di acquisto ⤵️

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Kommentare


bottom of page